Tamponi al rientro dalla Francia: quale l’interpretazione?

L’ordinanza del Ministero della Salute sui tamponi al rientro da alcune zone della Francia, fra cui la Costa Azzurra, ha creato molta preoccupazione soprattutto per i Ventimigliesi. «Abbiamo chiesto alla Prefettura di confermarci l’interpretazione da darsi. -dicono dall’Amministrazione comunale- Da una lettura del citato atto risulterebbe che i cittadini italiani che rientrano in territorio nazionale, e che hanno soggiornato nei 14 giorni precedenti nei paesi citati nell’ordinanza, tra cui la vicina Francia, devono  presentare,  a  chi  è  deputato  a  tale  controllo,  una  attestazione  di  essersi sottoposto a test molecolare o antigenico, risultato negativo, nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia o, in alternativa, sottoporsi a test molecolare o antigenico entro 48 ore dall’ingresso. In attesa sarebbero sottoposti all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.
Tale  procedura se applicata a tutti,  come si sente dire dalle notizie che circolano, in un territorio di frontiera, creerebbe incredibili disagi ai lavoratori frontalieri e alle attività commerciali.  Riteniamo che la Prefettura possa approfondire e avvallare, se del caso, l’interpretazione più favorevole che se  asintomatici dette restrizioni non  si  applicano per i casi previsti dall’art.  6, commi 6 e 7 del D.P.C.M. 07/08/2020, e specificatamente:
a)   ai lavoratori transfrontalieri
b)   a soggetti italiani o stranieri che transitino nel territorio nazionale  per  un  periodo  non  superiora  alle  36  ore  (a  scopo  turistico  o commerciale);
c)   agli  studenti  per  la  frequenza  nello  stato  diverso  da  quello  di abitazione o dimora con rientro ogni giorno o almeno una volta la settimana.
Attendiamo rassicurazioni sull’esattezza di quanto su esposto per poter dare una corretta informazione ai cittadini e agli ospiti della Città di Ventimiglia».

Luoghi del cuore FAI: la Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza al 2°posto

Prosegue la raccolta firme (fino al 15 dicembre) per votare la Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza come “Luogo del cuore Fai”.

Al 18 settembre 2020 per la Ferrovia si contavano 12209 voti che valgono la seconda posizione dietro al Castello e Parco di Sammezzano (Reggello, Firenze) e davanti al ponte dell’acquedotto di Gravina in Puglia. Ogni voto è importante, perché unito può fare la differenza e aiutare a salvare la Ferrovia.

La Ferrovia Cuneo–Ventimiglia–Nizza, realizzata quasi due secoli fa, con il suo tracciato unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria i monti al mare, la pianura alla costa. Sulle sue rotaie si intraprende un viaggio che è scoperta del territorio e del suo paesaggio. Oltre 100 chilometri durante i quali scorrono dal finestrino la pianura piemontese, le coste della Liguria di ponente e della Costa Azzurra francese, i parchi naturali delle Alpi Marittime e del Mercantour. Una testimonianza del genio e dell’intraprendenza dell’uomo: in meno di cinquanta chilometri in linea d’aria supera un dislivello di mille metri, in un territorio affascinante ma impervio. Nonostante la sua spettacolarità e l’utilità per tutte le persone che ne usufruiscono, dagli anni ’80 la linea ferroviaria non è mai stata sufficientemente valorizzata e sostenuta. Malgrado i considerevoli investimenti per la sua messa in sicurezza è poi mancata una vera e propria politica di rilancio che ha portato ad un inevitabile declino con una drastica riduzione delle corse (attualmente 2 al giorno) e un’incombente minaccia di chiusura, acuita dalla doppia gestione italiana/francese. Eppure questa è la “Ferrovia delle Meraviglie”, inserita nel 2016 dalla rivista tedesca Hörzu tra le dieci linee ferroviarie più belle del mondo.

Può votare chiunque, anche minorenne o non residente in Italia o di altre nazionalità. Si può votare una volta sola, ma si può scegliere se votare su carta nei luoghi convenzionati o direttamente sul sito al seguente link: https://www.fondoambiente.it/luoghi/cuneo-ventimiglia-nizza-la-ferrovia-delle-meraviglie?ldc.

Tavolozza politica

Leggiamo dai giornali la contestazione e la probabile conseguente denuncia ad Alternativa Intemelia.

Come lista civica, abbiamo sempre apprezzato l’iniziativa “norumenta” e non possiamo che essere solidali con chi si muove, magari con tanto zelo ed un eccesso di improvvisazione, per il bene comune e per la salvaguardia dell’ambiente. L’ambiente è uno dei beni civici che maggiormente ci sta a cuore, non potrebbe essere altrimenti. La speranza è di poter collaborare tutti, senza distinzione di colore politico: l’unico colore che deve contare è il blu del mare ed il verde delle nostre colline.

17 settembre 2020 – Lista civica

Indagini georadar nell’area ex Enel del Teatro romano

A Ventimiglia si sono svolte le prime indagini georadar nell’area in cui si trovano le cabine ex-Enel a fianco del Teatro romano. La zona è destinata ad un importante intervento di risistemazione, reso possibile grazie all’utilizzo dei fondi Ales, erogati alla Provincia di Imperia per il restauro e la valorizzazione del Teatro romano.
L’area è infatti interamente vincolata con dichiarazione di particolare interesse da parte della Soprintendenza e potrà così essere indagata attraverso scavi archeologici e successivamente risistemata per migliorare l’accesso al Teatro romano. Si tratta di un’area centrale della città antica, prossima al decumano massimo e ad importanti edifici pubblici, che secondo le ipotesi degli archeologi potrebbe corrispondere al foro o ad edifici di culto.

Evidente soddisfazione per il sindaco Gaetano Scullino: “Dopo anni di interessamento, finalmente gli edifici, ormai fatiscenti e con problemi statici, saranno demoliti. Un altro passo verso il miglioramento della città, un altro tassello che si aggiunge a quelli già portati a termine in questo anno di Amministrazione per rendere Ventimiglia sempre più bella; ed in più, in questo caso, oltre all’aspetto estetico c’è anche una valenza storico-archeologica dell’operazione”.

Continua a leggere

Tamponi in auto: anche a Ventimiglia parte il “Drive through”

Parte anche a Ventimiglia, grazie alla collaborazione tra l’ASL1 e il Comune di Ventimiglia, il nuovo servizio per l’esecuzione del tampone molecolare di ricerca Covid 19 in modalità “drive through” e cioè mediante accesso degli utenti in autoveicolo. Il fine è quello di poter gestire velocemente le segnalazioni di casi sospetti, anche a seguito dell’apertura delle scuole, e poter avviare una rete di controlli mirati, su richiesta volontaria, per prevenire la diffusione del virus o individuare anzitempo possibili focolai prima della loro diffusione. Così  sarà possibile anche limitare l’invio a domicilio delle squadre specialistiche e protette ai casi più complessi.

L’ASL1 e il Comune hanno quindi individuato il miglior sito in cui avviare la struttura di riferimento per l’esecuzione dei tamponi nella popolazione del Distretto Sociosanitario 1, quello Intemelio. Dopo il sopralluogo effettuato con il dott. Di Diadoro dell’ASL1 e i rappresentanti dell’Amministrazione, il vicesindaco e assessore alla protezione civile Simone Bertolucci, in accordo con il Sindaco Gaetano Scullino e la struttura comunale, ha individuato come area idonea il piazzale antistante la sede della Protezione Civile Veziano di Ventimiglia. Piazzale idoneo per l’accesso delle auto con percorso circolare, per la disponibilità di una struttura coperta per l’utilizzo delle attrezzatura informatiche, riparo per il personale operativo durante l’esecuzione del tampone e ricovero dei presidi necessari. “Per consentire tutto questo è stata determinante la fattiva collaborazione dei volontari della Protezione Civile Veziano, sempre pronti a servire per aiutare la popolazione” –come ha rimarcato il vicesindaco Bertolucci. Anche il Sindaco Scullino ha ringraziato i volontari della Protezione Civile per aver montato con solerzia la grande tenda (fornita dalla Protezione civile regionale) che gli operatori ASL utilizzeranno durante i tamponi Covid e le altre attività di servizio.

Il servizio ASL1 sarà con orario 07.30-11, tutti i giorni esclusa la domenica. L’area sarà oggetto di sorveglianza costante. Non si esclude che la locale ASL possa richiedere di utilizzare l’area anche per l’analisi del tampone molecolare alla popolazione.

Le vostre lettere: Auguri di una buona fine estate!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una parte dello scritto di una nostra lettrice con il quale augura a tutti i ventimigliesi una buona fine estate

Gentili  Concittadini,   permettetemi di augurarvi una buon fine estate ed un proseguimento felice  per il settembre in corso.  Questa  estate, pur molto calda  e caotica, ha visto Ventimiglia finalmente risvegliarsi, i “cugini” francesi  sono ritornati  in massa a comprare  le  nostre eccellenze di alta qualità,  prodotti tipici unici, e  a riversarsi  nei nostri negozi,  bar, ristoranti  che profumano di sole, di mare e di gusti  nostrani. La nostra città  di frontiera vive, cresce e prospera  solo con questo continuo spostarsi  di merce e di persone.  Una città  chiusa è  una città  morta,  per cui bene questo scambio, bene questo via vai di stranieri,  perché  ha permesso a molti  commercianti  di rialzare  un.po’ la testa. Il Covid  ha fatto tantissime vittime e molte anche  sul  lavoro,  alcuni negozi  non hanno più aperto, altri stanno chiudendo, però  piano  piano riprendiamo  a respirare. Questa estate purtroppo ancora causa Covid  abbiamo  passato sotto silenzio, i nostri appuntamenti annuali ” Desbaratu”,  San Secondo,  e non abbiamo avuto le consuete feste, niente fuochi; un altro anno ci rifaremo, arriverà  il vaccino, cerchiamo tutti  insieme  di gettarci alle spalle questo  “annus horribilis”… Fra poco aprirà  anche il porto e anche  in questa  occasione, forse sarà  tutto sotto tono, però  tutti insieme con la mascherina potremo andare  a vedere e sopratutto a sentire  la sirena della prima nave che entrerà  in città, un altro  importante tassello che  andrà  a incastrarsi  per fare di  Ventimiglia  una città  del futuro. Poi ci sarà l’ascensore, l’eliporto, tantissime strutture che  renderanno la nostra  città sempre più bella ed efficientemente.  Ora tutti con il fiato sospeso  per la riapertura delle scuole, non dovrebbero esserci problemi   d’altronde  l’istruzione è  la priorità,  i nostri ragazzi dopo un periodo di isolamento, devono poter continuare  a studiare  e devono sopratutto poter confrontarsi con i ragazzi della loro età. Buon studio a voi quindi, buon lavoro ai vostri  insegnanti  e docenti tutti  e sopratutto alle  vostre famiglie  che con sacrificio e abnegazione portano avanti questo duro  e meraviglioso  lavoro  che è quello  di fare il genitore. Ancora buon lavoro a tutti!

Lettera firmata

Mercato di Ventimiglia: da metà luglio 800 gli articoli contraffatti sequestrati dai Carabinieri

I complimenti dell’Amministrazione Scullino all’Arma

Arrivano i complimenti dell’Amministrazione Scullino all’Arma dei Carabinieri per il sequestro avvenuto venerdì scorso al famoso mercato cittadino. Sono stati quasi 800 gli articoli sequestrati da parte dei Carabinieri della Compagnia di Ventimiglia nell’ambito dei servizi anticontraffazione e antiabusivismo commerciale predisposti in occasione del mercato settimanale del venerdì, da metà luglio fino a ieri. Una battaglia voluta dall’Amministrazione comunale unitamente alla Prefettura, sempre attenta ai problemi cittadini, e a tutte le Forze dell’Ordine.

“Dovrebbe essere così ogni venerdì  -dichiara l’Amministrazione Scullino- chiediamo che si continui in questa direzione a difesa dei commercianti onesti ed in regola ma anche per salvaguardare i clienti del mercato del venerdì e la qualità dei suoi prodotti, nonché dei produttori della merce venduta con un marchio vero”.

Solo venerdì, infatti, i militari hanno sottratto al commercio abusivo ben 128 capi di abbigliamento, pelletteria e orologeria, sequestrati a carico di ignoti, tutti riportanti le migliori griffe presenti sul mercato. “Questa è la strada giusta –continua l’assessore al commercio Matteo De Villa- , dobbiamo, insieme a tutte le Forze dell’ordine, insistere e non dare tregua all’abusivismo e alla contraffazione”.

Successo per “Ligustico” ed il suo pesce mangia plastica

Il sindaco Scullino getta simbolicamente una bottiglia nel pesce “Giuàn” mangia plastica

L’allerta gialla del weekend di fine agosto aveva fatto posticipare la manifestazione organizzata da Bruno Scioli «Ligustico» (acronimo di Liguria, Gusti, Colori), contenitore di numerosi incontri allo scopo di preservare il territorio, che si è svolta con grande successo oggi.

Tra gli eventi, a partire dalla mattinata,  la pulizia del vallone di Latte a cura delle associazioni cittadine e Amministrazione comunale. Nel pomeriggio, davanti ad un numeroso pubblico, i saluti istituzionali con il sindaco Scullino, interventi su tematiche ambientali, racconti liguri e storie del Mediterraneo e di Ventimiglia, tra cui il Corsaro Nero, con Davide Barella. A seguire, si è svolta l’attesa presentazione del pesce mangia plastica “Giùan” dell’artista Davide Puma. La struttura (intitolata a Maria Rebecca Ballestra, giovane artista mancata recentemente, che il pubblico presente ha ricordato con un forte applauso) è stata installata presso il vallone di Latte ed è dotata di aperture laterali in cui i passanti potranno gettare i rifiuti di plastica. È stato raffigurato all’interno anche l’essere umano, che simbolicamente verrà alla fine ricoperto dalla plastica che lui stesso ha creato. Infine, è stata scoperta la targa che indica l’area Marina protetta di Capo Mortola.

La targa dell’area protetta di Capo Mortola

In programma c’erano anche degustazioni di vino Rossese e attività sportive con tre stand per la promozione degli sport acquatici sostenibili (surf, canoa, sup e snorkeling).

Domani mattina taglio del nastro per la scuola Cavour

Era stata chiusa tre anni fa per inagibilità dall’allora sindaco Enrico Ioculano (ora consigliere comunale di minoranza e candidato alle Regionali) e lunedì riaprirà. Sono stati infatti conclusi in tempo i lavori alla scuola Cavour che ospita Elementari e Medie nel centro storico di Ventimiglia che l’attuale amministrazione Scullino ha voluto fortemente riaprire dopo numerosi lavori al tetto, impianto elettrico ed idraulico che l’hanno nuovamente resa agibile. Anche le aule sono state  ridipinte, rifatti gli infissi e sistemati i servizi igienici. Per la prima volta in provincia di Imperia, sono stati installati neon sanificatori che entreranno in azione nelle ore notturne.
Un impegno preso con i residenti di Ventimiglia Alta che è stato mantenuto ed ora i quasi 200 studenti del centro storico riavranno la loro scuola e potranno andarci a piedi senza dover scendere in centro come nello scorso anno scolastico.
L’appuntamento per l’inaugurazione con l’Amministrazione ed il sindaco Scullino è per domani, lunedì 14 settembre, alle ore 7.45 per il taglio del nastro.
AW

L’impegno per una Ventimiglia più pulita e più sicura continua…

Il 1° settembre su questo blog scrivevamo: “L’Amministrazione Comunale, al fine di risolvere diverse problematiche insistenti alla foce del fiume Roya, inizia domani, nel rispetto dell’ambiente, della flora e della fauna,  un intervento di sfalcio erba e taglio di piante erbacee, arbustive e/o arbore infestanti  nonché di rimozione del legname dalle pile della Passerella “Squarciafichi” che, se non rimosse, oltre a determinare un incremento della spinta delle acque sulla struttura portano ad una riduzione delle luci delle arcate con situazione, se non risolta, di potenziale pericolo in caso di nuovi eventi alluvionali”.

Ed esattamente a distanza di una settimana, è stato fatto un grandissimo lavoro di pulizia, segno che anche questa volta l’Amministrazione comunale ha lavorato bene e soprattutto in tempi brevi, cosa che non sempre Ventimiglia era abituata a vedere.

L’operazione di bonifica riguardava la zona compresa tra il Ponte Cassini/Doria e la Foce Fiume Roya, interessata  da una grave infestazione di ratti e per i quali occorreva intervenire precocemente con interventi mirati di derattizzazione e che al momento non  sono attuabili stante la presenza di folta vegetazione. Il sito era, inoltre,  anche oggetto giornaliero di presenza di migranti.

La “battaglia” per una Ventimiglia più pulita e più sicura continua….